"

Superfood: ecco il cibo più trendy del 2020

Il 2020 sarà l’anno dei superfood, gli alimenti che nell’ultimo decennio hanno portato sulle nostre tavole sapori inediti e colori brillanti, abbinando una funzione nutrizionale e curativa.
Andiamo alla scoperta dei superfood di tendenza che, grazie alla loro versatilità, sono diventati sempre più presenti all’interno delle nostre cucine. Essenziali per una dieta vegetariana e vegana, hanno avvicinato la tradizione mediterranea a culture lontane: è questa la forza del cibo.

Cosa sono i superfood?

Nell’ultimo decennio questi alimenti sono diventati indispensabili nella nostra dieta per la loro doppia funzione nutrizionale e curativa. Vengono definiti “super” perché le loro proprietà naturali hanno capacità antinfiammatorie e antiossidanti: sono cibi energizzanti, nutrienti per la pelle e per il corpo, portano benefici agli organi e alla muscolatura. Risultano quindi utili per migliorare il tuo benessere quotidiano.
I pregi dei superfood non si esauriscono “solo” nelle loro qualità salutari. Per la loro innata versatilità, questi cibi sono imprescindibili per chi segue una dieta vegetariana o vegana, ma hanno arricchito anche i piatti della già ricca cucina mediterranea, portando sulle nostre tavole colori nuovi e sapori inediti.

Quali saranno i superfood del 2020?

Tra i superfood più noti ci sono: l’avocado, la curcuma, il grano saraceno, i semi di anguria e di canapa, la spirulina, lo zenzero e la quinoa, ma le tendenze si rincorrono e non finiscono mai di stupire.

Abbiamo raccolto i superfood più trendy in una lista che possa accompagnarti a tavola per tutto l’arco della giornata e che possa soddisfare i tuoi gusti.

Lo zigolo dolce per una colazione da tigre

Noto anche come chufa o “tiger nuts” per la sua texture striata simile a quella della tigre, lo zigolo dolce è un superfood antico: si dice che fosse uno snack amato dagli Egizi, che lo usavano anche come medicina.
Questo alimento contiene 10 grammi di fibra, quasi la metà del fabbisogno giornaliero.

È un amido resistente che favorisce la digestione, previene la costipazione e aiuta chi sta seguendo un percorso dedicato alla perdita di peso. Grazie alla presenza di una elevata quantità di acidi grassi monoinsaturi è anche un ottimo alleato del cuore.

Dal sapore dolce, quasi un misto tra cocco e mandorla, gli zigoli dolci puoi usarli come semplice snack, adottando le abitudini degli antichi Egizi, oppure aggiungerli a colazione nei cereali o negli smoothies.

Amla, melissa e moringa: bevande per ogni ora e per tutti i gusti

L’uva spina indiana (o amla) è un frutto dal sapore amaro. Simbolica per i buddisti, sarà uno dei superfood più diffusi nel 2020. Ricca di antiossidanti e vitamina C, può essere aggiunta ai frullati o ai succhi.
Superfood cosa sono – Fratelli Carli
Se ami le tisane, la melissa (o lemon balm) è da provare: si tratta di un’erba profumata, con proprietà calmanti e sedative. Assunta dopo i pasti favorisce la digestione e riduce i sintomi della gastrite.
La moringa, che ha avuto scopi medicinali per diversi secoli, oggi è presente in molte diete.
Utilizzata principalmente in polvere, la moringa possiede un alto contenuto proteico ed è ricca di antiossidanti, ferro, vitamine E e K. Può essere diluita in tè, altre bevande o smoothies. Non ha molto sapore, quindi non noterai una grande differenza al tuo palato, ma avrà sul tuo corpo un effetto energizzante.

La tahina, superfood dal profumo mediorientale

La tahina è un superfood che si ricava dai semi di sesamo. Chiamata anche burro o crema di sesamo, questo cibo è ricco di grassi polinsaturi e monoinsaturi, fibre, proteine, calcio, ferro e magnesio. Puoi prepararla in casa tostando i semi di sesamo e triturandoli con un mortaio di marmo, oppure puoi acquistarla già pronta (anche biologica) nei negozi etnici e nei supermercati più forniti: le preparazioni migliori contengono semi di sesamo, senza conservanti o sbiancanti.

Molti conoscono la tahina come la star dell’hummus, ma il suo gusto delicato si fonde bene con molti ingredienti. Ad esempio, puoi usarla nei pesti al posto della frutta secca oppure come condimento per le tue insalate: basta amalgamare 30g di tahina (circa 1 cucchiaio colmo), 2 cucchiai del nostro Olio EVO, 1 spicchio di aglio secco e erbe aromatiche a piacere.

Ti consigliamo di conservarla sempre chiusa nel frigorifero e tirarla fuori mezz’ora prima dell’utilizzo per ammorbidirla.

Superfood quali sono – Fratelli Carli

I lupini: non solo aperitivo

I lupini non possono mancare durante un aperitivo, ma recentemente sono stati riscoperti come superfood perché fonte vegetale di proteine dall’alto valore biologico (un indice della qualità delle proteine alimentari, calcolato attraverso il rapporto tra l’azoto assunto e quello trattenuto).
Ricchi di sali minerali come il ferro e il potassio, contengono anche vitamine del gruppo B (in particolare B1). Puoi usare la farina di lupini per preparare il pane o per fare deliziosi burger vegetariani e vegani.

I jolly

Forse non lo sapevi, ma esistono due superfood che conosci molto bene.

Le prugne secche, notissime, saranno ulteriormente rivalutate nel 2020. Ricche di fibre e perfette per l’intestino, possono sostituire lo zucchero all’interno di dolci e biscotti: basta tritarle finemente e unirle all’impasto.

I piselli sono tra i legumi più mangiati al mondo e molto amati nella cucina mediterranea. Quello che forse non sai è che contengono tutti gli aminoacidi essenziali per costruire il tessuto muscolare. Ti basterà mescolare le loro proteine in polvere (si trovano facilmente online, ma anche in molti supermercati) con qualsiasi frullato, zuppa o pesto per aumentarne l’apporto proteico.

Alimenti e cibi Superfood – Fratelli Carli

New entry, golden berry

Originario del Sudamerica, dal colore dorato e dal sapore asprigno, il golden berry (o physalis peruviana, in Italia conosciuto come alchechengio peruviano) è molto popolare nel Nord America ed è entrato nella nostra cucina passando dalla pasticceria: l’avrai sicuramente visto ricoperto di cioccolato tra i pasticcini.

L’alchechengio possiede un’importante concentrazione di antiossidanti ed è un perfetto multivitaminico con una alta quantità di vitamina A, B e C.
In Perù, Argentina e Colombia è usato principalmente come snack, ma con il suo sapore leggermente aspro puoi creare insalate dai gusti contrastanti.

L’evergreen: l’avocado

Una lista di superfood non può concludersi senza di lui: l’avocado. Sdoganato in tutte le salse e in innumerevoli piatti, questo frutto sarà uno dei più utilizzati anche nel 2020.
Ricco di grassi buoni e fibre, contiene più potassio di una banana ed è fonte di antiossidanti. Inoltre è molto versatile in cucina: il suo sapore e la sua consistenza permettono di creare nuove ricette, anche dolci.
ISCRIVITI 
Per te, nuove ricette, suggerimenti e contenuti esclusivi!