"

Olio di oliva raffinato

Deriva dall’olio di oliva lampante che deve subire un opportuno trattamento, detto raffinazione, necessario a correggere alcuni difetti (tra cui l’acidità) dovuti a una non ottimale qualità delle olive, che lo rendono non idoneo al consumo.

Il tenore di acidità libera dell’olio di oliva raffinato, espresso in acido oleico, non supera il valore di 0,3 grammi per 100 g.

 

Gli oli di oliva raffinati, pur essendo perfettamente commestibili, non sono commercializzabili al dettaglio così come sono, ma devono essere miscelati con quantità variabili di oli di oliva vergini.

ISCRIVITI 
Per te, nuove ricette, suggerimenti e contenuti esclusivi!