"

Olive taggiasche: impara a conoscerle

Piccole, allungate, con la buccia sottile e dalle innumerevoli sfumature. Le olive taggiasche hanno un aspetto singolare e un gusto inconfondibile che le rendono tra le più amate.
L'oliva taggiasca è una cultivar tipica del Ponente Ligure, in particolare della zona di Imperia. Grazie alla perfetta combinazione di terreno, acqua e clima, qui l'oliva taggiasca esprime tutto il suo carattere che la rende una varietà tra le più rinomate e apprezzate in tutto il mondo.

Oliva taggiasca, una storia lunga secoli

L'oliva taggiasca arrivò in Italia grazie ai monaci di San Colombano, provenienti dall'isola monastero di Lerins, nel sud della Francia (Provenza), che, tra la fine del VII e gli inizi del VIII secolo, costruirono il loro monastero nella valle Argentina. È infatti da Taggia, il comune in cui si insediarono i monaci, che deriva il nome di questa cultivar.

Nei secoli successivi gli innesti di oliva taggiasca furono introdotti in tutta Italia, ma le coltivazioni maggiori restarono (e restano) concentrate lungo la Riviera Ligure di Ponente, in particolare nella provincia di Imperia, dove le caratteristiche microclimatiche della zona hanno reso l'oliva taggiasca un prodotto davvero inimitabile.
Il paesaggio nell'entroterra di Imperia si riconosce per i terrazzamenti delimitati da muretti a secco dove viene coltivata l'oliva taggiasca, tra sentieri sterrati.
Olive taggiasche in salamoia – Fratelli Carli

Come riconoscere le olive taggiasche

Il frutto della cultivar taggiasca ha dimensioni medio-piccole, una forma ovale allungata, un po' più grossa alla base, e una superficie liscia; la polpa è consistente e si mantiene soda nel tempo. L'oliva taggiasca è unica anche per i suoi colori: tendenzialmente scura, presenta sfumature che variano dal verde al violaceo, fino ad arrivare al marrone intenso. Questa caratteristica la rende riconoscibile anche quando si trova vicina ad altre olive.
Una delle caratteristiche più apprezzate delle olive taggiasche è il sapore, che risulta dolce ed equilibrato, con un lieve sentore amarognolo.

L'oliva taggiasca, un frutto a duplice attitudine

Con la sua capacità di mantenere una consistenza soda nel tempo, l'oliva taggiasca si presta particolarmente per essere conservata sott'olio o in salamoia, ovvero una soluzione preparata con acqua e sale, che rappresenta una tecnica di conservazione dei cibi antichissima e sicura.

La cultivar taggiasca è anche una delle più rinomate per la produzione di olio extra vergine. L'olio che si ottiene da questo frutto è un prodotto di alta qualità, di colore giallo verde, dall'aroma dolce e piacevolmente fruttato, con sentori mandorlati. Queste caratteristiche rendono l'olio extra vergine di cultivar taggiasca davvero unico, tanto che nel 1997 è stata istituita la Denominazione di Origine Protetta, legata alla produzione di un olio extra vergine detto DOP Riviera Ligure Riviera dei Fiori.
Le qualità organolettiche dell'oliva taggiasca la rendono una delle migliori olive da tavola, ma anche perfetta per la produzione di olio extra vergine di oliva.
Oliva taggiasca: cos’è – Fratelli Carli

Le olive taggiasche per noi

L’amore per la terra in cui viviamo e il desiderio di mantenere intatte le tradizioni che lo caratterizzano ci hanno portati naturalmente anche a lavorare questo frutto unico e inimitabile.

Vista la consistenza e il sapore piacevole di questo frutto, abbiamo deciso di portarlo integro sulle tavole dei nostri clienti italiani. Le nostre Olive Taggiasche in Salamoia sono lavorate secondo un'antica ricetta ligure, nella quale, all’acqua e sale (5%), sono aggiunti tre aromi caratteristici della nostra zona come il timo, l’alloro e il rosmarino.

Inoltre, nel nostro modernissimo frantoio ad Imperia, abbiamo scelto di produrre l'Olio Extra Vergine D.O.P. Riviera Ligure Riviera dei Fiori, realizzato in quantità limitata, a partire solo da olive taggiasche certificate.
Il gusto delle olive taggiasche sa sorprendere il palato con una melodia delicata dal retrogusto amarognolo che le rende un ingrediente immancabile in cucina.
Olive Taggiasche Fratelli Carli – Fratelli Carli

Le olive taggiasche in cucina

Le olive taggiasche sono particolarmente versatili nelle ricette e si sposano perfettamente con innumerevoli pietanze. Puoi utilizzarle per realizzare quelle più tradizionali, come il coniglio alla ligure, ma anche in una pasta fredda estiva e golosa. Ecco qualche spunto per gustarle al meglio:

- sono l'ingrediente perfetto per una focaccia classica con le olive,
- sono capaci di arricchire un piatto semplice come un'insalata con le sardine,
- oppure puoi provarle in una ricetta tipica della zona dell'imperiese, lo stoccafisso brandacujon.